Gatti, oggi abbiamo visite!

Chi non ha il gatto mantiene i topi e chi ce l'ha li mantiene tutti e due. (Proverbio)

Di solito sono i miei gatti ad elemosinare attenzioni altrui in giro per la città. Ad esempio Lenin è un gatto impegnatissimo: va al Resto del Carlino, ha tre vecchiette sue fans, a volte va anche dal parrucchiere, e poi chissà dove altro.


Di solito sono i miei gatti ad elemosinare attenzioni altrui in giro per la città. Ad esempio Lenin è un gatto impegnatissimo: va al Resto del Carlino, ha tre vecchiette sue fans, a volte va anche dal parrucchiere, e poi chissà dove altro. Rodrigo ogni tanto lo trovo su una panchina fuori in piazza che chiede il prosciutto dei panini alle scolaresche di passaggio. Lepo è più timida, lei ruba invece di chiedere... pratica l'autoriduzione.

Insomma, oggi è capitato invece che un gatto s'è messo a miagolare disperatamente fuori dalla porta. La conoscete no la disperazione dei gatti? Altro che campanello...
Ho aperto e lui è entrato come fosse casa sua. S'è fatto una bella passeggiata, sorvegliato a vista dai miei tre. “Chi cazzo è questo?”.

Non aveva nomi sul collarino, così l'ho chiamato Galileo perché non sapevo come chiamarlo e i gatti in qualche modo vanno pur chiamati.
Galileo qualche mese fa l'avevo pescato a dormirmi in auto, era piccolo ora è medio. Mi piace avere gente per casa, di qualunque specie essa sia.
Un mio amico psichiatra dice che va bene avere per amico un elefantino, basta ricordarsi che senza pollice opponibile non può prendere il té con noi.